Proposte di interventi di natura socio-economica per la RIPARTENZA di Tombolo e di Onara

Tombolo, 9 maggio 2020

                                    A tutti i Consiglieri Comunali del Comune di Tombolo

Oggetto: Proposte di interventi di natura socio-economica per la RIPARTENZA di Tombolo e di Onara.

Quale consigliere comunale di minoranza e portavoce della lista “La Civica” per senso di responsabilità ho formulato all’inizio dell’emergenza sanitaria al Sindaco ed ai consiglieri di maggioranza alcune proposte (tra cui la sanificazione delle strade del nostro Comune, la realizzazione di un volantino informativo, la realizzazione nel sito web comunale di una specifica area dedicata al COVID-19), che sono state tutte accolte a seguito di un incontro tenutosi in Municipio tra maggioranza e minoranze.

Non essendo stato successivamente più coinvolto ed interpellato, per analogo senso di responsabilità ritengo ora opportuno avanzare ulteriori concrete proposte per la fase della ripartenza che, sia pur con le dovute cautele ed attenzioni, tutto il Paese si accinge ad affrontare.

Vado di seguito ad elencare le proposte della lista “LA CIVICA”, auspicando che, nel confronto e nella collaborazione tra i componenti del Consiglio Comunale e con il necessario coinvolgimento dei cittadini di Tombolo e di Onara, possano trovare accoglimento e successiva attuazione:

  • programmazione di aperture straordinarie dell’Ecocentro per il conferimento dei rifiuti;
  • riapertura della biblioteca comunale adottando gli opportuni protocolli di sicurezza;
  • riapertura dei giardini e dei parchi pubblici, in primis del Parco della Palude di Onara (attualmente senza gestore da ottobre 2019);
  • supporto e sostegno da parte dell’Amministrazione Comunale all’organizzazione di più centri estivi in sedi separate al fine di consentire la partecipazione agli stessi in sicurezza dei bambini e la possibilità per i genitori di potersi quindi recare al lavoro;
  • concessione in via straordinaria a bar e ristoranti della facoltà di utilizzare ulteriori spazi e parcheggi pubblici rispetto a quelli concessi abitualmente, con esenzione dal versamento della COSAP (Canone Occupazione Suolo Pubblico) in via eccezionale per tutto il 2020;
  • facoltà per i negozi e gli esercizi pubblici del nostro Comune, compresi bar e ristoranti, di optare per una maggiore flessibilità nella gestione degli orari di apertura al pubblico, a loro discrezione ma fermo restando il rispetto della quiete pubblica specialmente nelle fasce orarie dedicate al riposo;
  • acquisto di macchinari per la sanificazione degli ambienti da parte del Comune, con concessione degli stessi in comodato d’uso gratuito alle attività commerciali, imprese ed agli studi professionali operanti nel territorio comunale;
  • erogazione di contributi e sussidi straordinari a persone e famiglie indigenti;
  • riduzione delle tasse e imposte comunali, compatibilmente con le risorse e le disponibilità di bilancio, tenutosi conto anche delle mancate spese per servizi non erogati;
  • sollecitazione degli Enti pubblici sovracomunali e delle società a partecipazione pubblica (ad esempio ETRA SpA) a ridurre le imposte ed i tributi di loro pertinenza che gravano sui cittadini del nostro Comune;
  • piano straordinario di opere pubbliche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da programmarsi ed attuarsi destinando tutte le risorse disponibili di bilancio, con priorità rispetto agli altri investimenti pubblici, alla realizzazione di piste ciclopedonali su tutto il territorio comunale, nonché di percorsi ciclopedonali di collegamento intercomunale, al fine di agevolare l’accesso in sicurezza alle scuole ed ai luoghi di lavoro a piedi oppure in bicicletta, anziché con i mezzi pubblici e, se possibile, anche con preferenza rispetto ai veicoli a motore privati;
  • sollecitazione di Poste italiane Spa alla tempestiva riapertura dell’ufficio postale di Tombolo, in quanto servizio essenziale da troppo tempo chiuso senza che sia stata fornita alcuna spiegazione; si allega la richiesta già spedita a Poste Italiane Spa sull’argomento.

Il Consigliere Comunale Enzo Andretta